Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

RIMANDATO Towards a phyto-centred design? Incontro con Emanuele Coccia, Barbara Mazzolai e lo studio Dossofiorito

Data:

05/11/2020


RIMANDATO Towards a phyto-centred design? Incontro con Emanuele Coccia, Barbara Mazzolai e lo studio Dossofiorito

L'evento è rimandato a data da destinarsi

evento in inglese // event in English

Una conferenza moderata dallo studio franco-italiano d-o-t-s durante la quale si parlerà di plant blindness, robotica bioispirata e intelligenza vegetale con il filosofo Emanuele Coccia, la ricercatrice Barbara Mazzolai e lo studio di design Dossofiorito.

Organizzata in occasione della Giornata del design italiano 2020, la conferenza fa parte del programma culturale della mostra Plant Fever. Towards a Phyto-centred Design curata da studio d-o-t-s e prodotta dal museo belga CID au Grand-Hornu che la presenta dal 18 ottobre 2020 al 14 febbraio 2021.

L'evento in presenza sarà trasmesso  sul canale youtube dell'IIC

3 idd colori

Emanuele Coccia è un filosofo italiano. Specialista di filosofia medievale e di Averroè, insegna all’École des Hautes Études en Sciences Sociales (EHESS, Parigi) dal 2011. I suoi libri si confrontano con il nostro rapporto con la realtà: La vita sensibile (Il Mulino, 2011), Il bene nelle cose (Il Mulino, 2014), sull’estetica della pubblicità. Nel 2016 ha pubblicato La vie des plantes. Une métaphysique du mélange, presso Payot et Rivages (La vita delle piante. Una metafisica della mescolanza, Il Mulino, 2017).

Barbara Mazzolai è biologa con un Dottorato di ricerca in Ingegneria dei Microsistemi e dirige il Centro di Micro-Biorobotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Pontedera. Ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti quali il Premio Marisa Bellisario e la Medaglia del Senato della Repubblica Italiana. Nell’ambito del programma europeo FET (Future and Emerging Technologies), che finanzia le idee di ricerca più visionarie, ha coordinato il progetto che ha portato alla realizzazione del Plantoide, il primo robot al mondo ispirato alle radici.

Studio Dossofiorito è un duo, formato dai designer italiani Livia Rossi (1980) e Gianluca Giabardo (1982), che svolge in modo empirico le proprie ricerche su forme e materiali, mirando a coniugare nei propri progetti un'ampia ricerca contestuale, che abbraccia ogni volta ambiti e discipline differenti. Anche se variegati, molti dei progetti di Dossofiorito condividono un atteggiamento performativo e relazionale e spesso fungono da veicolo per pensieri e considerazioni che vanno oltre la fisicità dell'oggetto e la sua immediata fruizione.

In occasione della Giornata del Design Italiano.

 

 

Informazioni

Data: Gio 5 Nov 2020

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles

In collaborazione con : Studio d-o-t-s, Musée CID Grand Hornu

Ingresso : Libero


Luogo:

ONLINE

2027