Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Economics of the future: the deficit of choice

 

Economics of the future: the deficit of choice

Serie di dibattiti: Economics of the future: the deficit of choice. Why we need an alternative to “there is no alternative”

La crisi del 2008 è stata insieme congiunturale e strutturale. Ha interrotto un ciclo sostenuto dal debito e scoppiato nella classica bolla speculativa. Ma ha anche messo in discussione la credibilità di un modello economico che aveva retto per quasi quarant’anni. L’incertezza, il rancore, la paura che la crisi del 2008 ha diffuso, sono sentimenti emersi in un contesto che non crede più nella tecnocrazia economica fondata sull’ideologia iperliberista ma non ha ancora trovato un’alternativa. Le parole di Margareth Thatcher secondo la quale non esiste alternativa al liberismo si sono trasformate: da un’analisi ideologicamente motivata sono diventate una minaccia disperata. Ma la storia non si ferma. E gli economisti cercano di leggere i segni che possano definire la prossima epoca. A partire dalla questione della sostenibilità, recuperando il valore dell’intervento pubblico, ammettendo nell’analisi la ricerca della felicità, ripensando il senso profondo del lavoro.

Per discutere delle alternative al modello economico degli ultimi quarant'anni, L'Istituto Italiano di Cultura, in collaborazione con BOZAR, invita alcuni dei più noti esperti internazionali di economia a confrontarsi in una serie di dibattiti in lingua inglese moderati da Luca De Biase (Il Sole 24 Ore):

 

BOZAR, 8 ottobre ore 19.30
How Europe is deciding about sustainability and the climate change
 Enrico Giovannini e Daniel Gros

BOZAR, 15 ottobre ore 19.30
The new public sector pride
Maria Savona e Maarten Goos

BOZAR, 13 novembre ore 19.30
How are we thinking about happiness andthe economy
Stefano BartoliniRuut Veenhoven

BOZAR, 26 novembre ore 19.30
How are we thinking abot "work" in the future
Stefano Scarpetta e (oratore da confermare)

 


Plaats:

BOZAR

1925