Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_bruxelles

Fare Cinema

 

Fare Cinema

Settimane del cinema italiano, dal 22 maggio al 4 giugno 2018

 

locandina fare cinema

SCARICATE IL PROGRAMMA DI FARE CINEMA >>>

 

FARE CINEMA è una nuova iniziativa del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale e del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo volta a promuovere la produzione cinematografica italiana all’estero attraverso la rete diplomatico-consolare e gli Istituti Italiani di Cultura. A Bruxelles, l’Istituto Italiano di Cultura propone, in occasione della prima edizione di FARE CINEMA, una serie di proiezioni di nuovi film, presentati nei maggiori festival internazionali.

INFO:

tutte le proiezioni avranno luogo all'Istituto Italiano di Cultura - Rue de Livourne 38 - 1000 Bruxelles
22, 23, 28, 29, 30 maggio - entrata gratuita
4 giugno - serata su invito

PROGRAMMA:

martedì 22 maggio, ore 19.00: Gli sdraiati di Francesca Archibugi
prenotazione obbligatoria >>>

Giorgio e Tito sono padre e figlio. Due mondi opposti che si scontrano all’interno di un appartamento a Milano. Giorgio è un giornalista di successo, stimato da colleghi e circondato da amici. Solo la sua ex moglie non gli rivolge parola e suo figlio si limita a farlo il minimo indispensabile. Tito, d’altronde, è un adolescente e in quanto tale è mosso da un insieme di emozioni complesse che non si preoccupa di esprimere, soprattutto a suo padre. Giorgio fa il possibile per cercare di capirlo. Il suo sogno è portarlo sul Colle della Nasca, per la vendemmia, ma lui non ne vuole sapere. Finché un giorno, senza preavviso, comunica a suo padre che l’avrebbe raggiunto in Liguria per la vendemmia. Dopo una serie di malintesi, alla fine, in qualche modo padre e figlio troveranno il modo di comunicare… o almeno ci proveranno.

(IT, 2017, 103’, IT/ST-OND: EN)

---

mercoledì 23  maggio, ore 19.00: Easy di Andrea Magnani
prenotazione obbligatoria >>>

Isidoro, da tutti conosciuto come Easy, è solo, con molti chili di troppo e depresso. La sua carriera di giovane pilota di go-kart è stata interrotta quando ha iniziato a prendere peso tanto da non riuscire più ad entrare nell'abitacolo della macchina. E adesso eccolo qui: è tornato a vivere con la madre, dorme nella stessa cameretta di quand'era bambino, e passa la giornata guardando la tv e mangiando cibo dietetico. Un giorno, il fratello più piccolo, uomo affascinante e di successo, gli offre un piccolo, semplice lavoro: trasportare la bara con il corpo di un muratore ucraino, dall'Italia ad un piccolo villaggio dei Carpazi, in Ucraina. Ma tre giorni di viaggio in una terra sconosciuta possono essere più difficili di quanto ci si aspetti...

(IT, 2017, 91’, IT/ST-OND: FR)

---

lunedí 28 maggio, ore 19.00: The place di Paolo Genovese
prenotazione obbligatoria >>>

Un uomo misterioso è seduto giorno dopo giorno a un tavolo del bar “The place”. Accoglie lì i suoi “clienti” che gli chiedono di realizzare i loro desideri a volte impossibili : un aspetto migliore, la guarigione di un figlio, recuperare la vista, ritrovare Dio… Quest’uomo silenzioso riceve le domande più disparate. In cambio del suo aiuto, chiede loro un favore. Disperati nella loro ricerca di una felicità ritrovata, talvolta sono pronti a pagare un prezzo (morale) altissimo. Cosa sono disposti a fare perché i loro desideri si realizzino?

(IT, 2017, 105’, IT/ST-OND: EN)

---

martedì 29 maggio, ore 19.30: Made in Italy di Luciano Ligabue
prenotazione obbligatoria >>>

Intervengono:
Massimo Mezzetti, Assessore alla cultura, politiche giovanili e politiche per la legalità
Fabio Abagnato, Emilia-Romagna Film Commission
Presentano:
Emilia-Romagna, Audio-Visual Fund

Il protagonista Riko, un uomo di specchiate virtù e comprovata sfortuna: incastrato in un lavoro che non ha scelto, a malapena in grado di mantenere la casa di famiglia. Può contare però su un variegato gruppo di amici, su una moglie che, tra alti e bassi, ama da sempre, e un figlio ambizioso che frequenta l'università. Nonostante questo, Riko è un uomo arrabbiato, pieno di risentimento verso una società scandita da colpi di coda e false partenze. Quando le uniche certezze che possiede si sgretolano davanti ai suoi occhi, all'uomo non resta che reagire, prendere in mano il suo presente e ricominciare, in un modo o nell'altro.

(IT, 2018, 104’, IT/ST-OND: EN)

---

mercoledi 30 maggio, ore 19.00: Dopo la guerra di Annarita Zambrano
prenotazione obbligatoria >>>

Bologna, 2002. La protesta contro la riforma del lavoro esplode nelle università. L'assassinio di un giudice riapre vecchie ferite politiche tra Italia e Francia. Marco, ex-militante di sinistra, condannato per omicidio e rifugiato in Francia da 20 anni grazie alla Dottrina Mitterrand, che permetteva agli ex terroristi di trovare asilo oltre Alpe, è sospettato di essere il mandante dell'attentato. Quando il governo Italiano ne chiede l'estradizione Marco decide di scappare con Viola, sua figlia adolescente. La sua vita precipita, portando nel baratro anche quella della sua famiglia italiana, che, da un giorno all'altro, si (ri)trova costretta a pagare per le sue colpe passate.

(IT, 2018, 100’, IT/ST-OND: EN)

---

lunedì 4 giugno, ore 19.00: Figlia mia di Laura Bispuri

In presenza della regista
Intervengono:
Alessia Centioni, presidente di EWA
Fabia Bettini e Gianluca Giannelli, Direttori di Alice nella città

Nell’estate in cui compie 10 anni, Vittoria scopre di avere due madri: Tina (Valeria Golino), madre amorevole che vive in rapporto simbiotico con la piccola e Angelica (Alba Rohrwacher), una donna fragile e istintiva, dalla vita scombinata. Rotto il patto segreto che le lega sin dalla sua nascita, le due donne si contendono drammaticamente l’amore di una figlia.
Vittoria (Sara Casu) vivrà un’estate di domande, di paure, di scoperte, ma anche di avventure e di traguardi, un'estate dopo la quale nulla sarà più come prima.

(IT, 2018, 100’, IT/ST-OND: EN)


1739