Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Concerto “Musica da camera ieri e oggi” del Trio Limen

L’Istituto Italiano di Cultura

ha l’onore di invitare la S.V. al


CONCERTO “MUSICA DA CAMERA IERI E OGGI”


DEL TRIO LIMEN   Xiaoke Jia (violino), Alessio Pianelli (violoncello), Marco Scilironi (pianoforte).


Il programma presenta in prima esecuzione assoluta il “Trio Mediterraneo” del compositore bresciano Marco Nodari, al quale si accostano, oltre al brano di Giovanni Sollima “Reperto n. 12”, due opere del grande repertorio cameristico: un trio di Haydn e il trio op. 8 di Brahms. Scrive Nodari: “Il Trio Mediterraneo, rielaborazione di idee precedenti, è una composizione articolata in tre movimenti, nella classica alternanza di tempo veloce, lento e finale brillante. Il titolo del brano vuole sottolineare l’intento del compositore di realizzare un’opera non di difficile comprensione o problematica, bensì fresca e diretta dal punto di vista emotivo. Un brano, quindi, in cui trovano spazio ritmi vivaci e slanci melodici di forte espressività, che evocano i colori ed i suoni dei paesaggi mediterranei. Le melodie e i ritmi d’altra parte sono spesso venati di malinconia.” Analogie sul piano della struttura (Haydn) e della carica comunicativa (Sollima) caratterizzano gli altri brani inseriti nella prima parte del programma. Il trio di Brahms è una delle opere di più ampio respiro e di maggior profondità scritte per questa formazione cameristica in epoca romantica.Programma:


F. J. HaydnTrio in n. 34 in si bemolle maggiore (Hob. XV:20)- Allegro- Andante cantabile- Finale. Allegro


G. SollimaReperto n° 12


M. NodariTrio Mediterraneo- Animato- Meditativo- Brioso


* * *


J. BrahmsTrio n. 1 in si maggiore op. 8- Allegro con brio- Scherzo. Allegro molto- Adagio- AllegroMarco Scilironi (Padova, 1983) ha conseguito nel giugno 2008 il Konzertdiplom con il massimo dei voti e nel giugno 2010 il Master of Arts in Spezialisierte Musikalische Performance – Solist presso l’Hochscule für Musik di Basilea sotto la guida di Filippo Gamba. Ha intrapreso lo studio del pianoforte a Padova con Ugo Armano ed ha conseguito nel luglio 2003 il diploma in pianoforte col massimo dei voti, la lode e la menzione speciale di merito presso il Conservatorio «A. Buzzolla» di Adria sotto la guida di Federica Righini. Dal 2003 al 2005 ha seguito il corso di perfezionamento tenuto da Riccardo Zadra presso l’Accademia Pianistica di Padova ed ha completato nel marzo 2006 il Diploma Accademico di Secondo Livello presso il Conservatorio di Adria. Ha seguito corsi di perfezionamento, tra gli altri, di Aldo Ciccolini, Andrzej Jasinski, Pier Narciso Masi, Matti Raekallio, Howard Shelley, Jeffrey Swann; attualmente studia con Claudio Martinez Mehner. Più volte premiato in Italia in concorsi pianistici nazionali ed internazionali, ha ricevuto borse di studio da Fondazione Mecenati (Adria), Unindustria Padova, Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Kiefer Hablitzel-Stiftung (Berna), Bremer Klavierwettbewerb. Ha suonato, come solista e in diverse formazioni cameristiche, in Italia e all’estero per numerose società di concerti, nonché con l’Orchestra di Padova e del Veneto (Mozart, Concerto K 503) e con Sinfonieorchester Basel (Prokofiev, Concerto n. 5 sotto la direzione di Rodolfo Fischer).


Xiaoke Jia (Pechino, 1987) ha iniziato lo studio del violino all’età di quattro anni con il prof. Zhao Wei al Conservatorio Centrale di Pechino. Dal 2005 è stato studente del prof. Zuo Jun al Conservatorio Yong Siew Toh di Singapore, dove ha conseguito brillantemente il diploma di Bachelor nel 2009. È stato premiato in numerosi concorsi in Cina, ricevendo tra l’altro il primo premio all’”Art Festival Competition”, il secondo premio al primo concorso “Yuang Meng Bei” e nel 2005 il secondo premio al Concorso Violinistico Nazionale di Guangzhou. Nel 2008 è stato invitato a partecipare al “Texas Music Festival” a Houston ed ha seguito corsi di perfezionamento con Cho-Liang Lin, Keng Yuen, Lucy Robert. Svolge un’intensa attività cameristica in formazioni che vanno dal duo al quartetto d’archi ed ha suonato recentemente con l’Hirzen Pavillon Ensemble di Basilea. Collabora con l’orchestra Chamber Academy Basel, con la quale si è esibito nel 2011 come solista. Attualmente risiede a Basilea e segue il corso di Master Performance con Rainer Schmidt presso la Musik-Akademie der Stadt Basel.


Alessio Pianelli (Erice, 1989) nasce in una famiglia di musicisti ed appena diciottenne si  diploma in violoncello con lode al conservatorio “V. Bellini” di Palermo sotto la guida del  M° Giovanni Sollima. Si è affermato in numerosi concorsi nazionali ed internazionali sia come violoncellista che come pianista; a 12 anni vince il primo premio e il premio speciale ”Bärenreiter Urtext” al 22° concorso A.M.A. Calabria ed alla X edizione del Torneo Internazionale di Musica (T.I.M.) gli viene assegnato il Diploma d’Onore e una menzione del musicologo Luigi Fait il quale lo definisce “un asso del violoncello”. Riceve la menzione speciale per talento da una giuria internazionale all’XI Edizione del Grand Prize Ibla 2002 di Ragusa e si aggiudica la Borsa di Studio nella XXI Rassegna Nazionale d’Archi di Vittorio Veneto 2002. Nell’ottobre 2006 vince il primo premio e il premio speciale “Città di Porec” al “VI International Cello Competition Antonio Janigro” in Croazia; nel 2009 vince il primo premio assoluto al Concorso Nazionale di Musica “B. Albanese”. Si è perfezionato con Vito Paternoster, Massimo Polidori, Mario Brunello, Reinhard Latzko, Maria Kliegel, Enrico Bronzi. In qualità di solista si è esibito con varie orchestre, tra cui l’“Orchestra degli Incontri internazionali” di Gerace, la “Jugend Kammerorchester Birseck” di Basilea, l’ensemble da camera “Arkedemos”, l’orchestra “Gli Armonici”, l’Orchestra 1813 del Teatro Sociale di Como, l’Orchestra dell’Ente Luglio Musicale Trapanese. Accanto al solismo svolge un intensa attività cameristica ed ha avuto modo di suonare accanto a musicisti di fama internazionale quali M. Brunello, G. Tavares, A. Lonquich, A. Rudin, G. Sommerhalder, N. Altstaedt, B. Franklin, G. Sollima, Uri Caine, A. Romanovsky, C. Tenan, I. Monighetti, T. Demenga. E’ stato primo violoncello dell’orchestra 1813 di Como per la stagione 2009-2010. Dal 2010 studia all’Hochschule fur Musik di Basel nella classe del M° Thomas Demenga. Suona un violoncello “Giulio Cesare Gigli” del 1767 generosamente affidatogli da F. e C. Bodin.Musiche di F. J. Haydn, G. Sollima, M. Nodari, J. Brahms.


Giovedì 22 marzo 2012, ore 19.00


Istituto Italiano di Cultura, rue de Livourne 38, 1000 BruxellesRSVP entro il 21/03/2012 tel. 02/533.27.20 – iicbruxelles@esteri.it

  • Organizzato da: \N
  • In collaborazione con: \N