Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Un viaggio chiamato amore (2002) di Michele Placido

Il lunedì dell’Istituto: cinema italiano di oggi

La vicenda umana e sentimentale della poetessa e narratrice Sibilla Aleramo vista in un arco temporale che va dall’adolescenza alla maturità e, in particolare, nel periodo in cui conobbe e si innamorò del poeta Dino Campana (1916-1918). Sibilla (pseudonimo di Rina Faccio) è una donna colta, affascinante e indipendente che ha conquistato la propria condizione a prezzo di duri sacrifici. Nata e cresciuta in una famiglia particolare, Nora ha alle spalle un matrimonio fallito con un uomo gretto e violento. La donna che oggi vive a Firenze sembra, quasi, un’altra persona da quella che abbandonò il marito ed il figlio Walter. Nonostante le sue ambizioni siano altre, per le sue precarie condizioni economiche, è costretta a scrivere articoli leggeri, di ‘colore’. La sua vita, oltre che dal lavoro e dalla frequentazione di intellettuali, è scandita da vari rapporti sentimentali tanto intensi quanto brevi. Tutto questo fino a quando nella sua vita non appare, prepotente, la figura del grande poeta Dino Campana.

Alla 59ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, Stefano Accorsi vince grazie al film il premio per la miglior interpretazione maschile.


Regia: Michele Placido. Con: Stefano Accorsi, Laura Morante, Alessandro Haber, Katy Louise Saunders, Galatea Ranzi. Genere: Biografico/Drammatico Durata:100’Anno: 2002.Distribuito da: RAI CINEMAFICTION, 01 DISTRIBUTIONPrenotazione obbligatoria : cliccate qui >>>

  • Organizzato da: \N
  • In collaborazione con: \N